Noi ripartiamo dal Potere delle Donne. E’ questo il nuovo Paradigma, ciò che devia, discostandosi, dai modelli di liberismo femminile che spesso vediamo brontolare nuovamente. Il Femminismo è stato per le donne una grande opportunità. E’ Fallita, e quel che è peggio ha contribuito ad inculcare nei decenni un senso di inferiorità incolmabile. Una rincorsa verso un modello maschile che non ci appartiene, e peraltro non ci interessa. Questo è il fardello che ci ha messo sulle spalle, fatto di percorsi protetti, diversi, pianificati, obbligati…essere DONNA significa essere DEBOLE. Questo pensiero ha limitato il percorso. Coloro che vivono questo senso di limite continuano incessantemente a misurare se stesse con il mondo, circoscrivendo le proprie qualità dentro un recinto fatto di zelo, scrupolosità, diligenza. Per superare questo calappio occorre deviare, e passare per la combinazione di donne e potere. Potere e non Dovere, opposti che – questa volta – divergono. Le donne e il Potere sono invece entità assai vicine. Il potere femminile ha segnato epoche della storia antica, in cui le donne, formalmente relegate a ruoli ancillari, manovravano sapientemente, e sovente cinicamente, le sorti di popoli e terre. Questa è la Leadership femminile, fatta di intrighi, sottili e perversi, mai diretti o troppo espliciti.

Fatta di doppi passaggi, di cesellature, di artifizi, che niente affatto fine a se stessi, mirano più in alto di dove qualsiasi uomo possa linearmente arrivare. Questo è il potere delle Donne. Questo è il nostro modello, che non prevede donne rauche mascherate da uomini.